Vantaggi e svantaggi del pattern Hand shake interruption

Richard Bandler lo mostra sempre ai suoi corsi di ipnosi: ma il pattern dell’Hand Shake Interrupt cos’è? E a cosa serve? Vediamone versioni e utilità.



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


In questo video di James Tripp, il migliore che ho trovato per la spiegazione onesta e completa, viene spiegato l’Hand shake interruption di Richard Bandler e viene mostrato. Vengono anche mostrate le versioni di David Elman e di Milton Erickson, più verso l’induzione che come interruzione.

James Tripp ci racconta un paio di cose molto interessanti. Ci dice che:

  1. L’Hand Shake non è una induzione ma un’interruzione di schema. L’induzione viene dopo semmai. L’interruzione di schema serve per fermare i pensieri della mente del cliente o per attirare l’attenzione sull’esigenza,

  2. Anche l’Hand Shake ha bisogno di un pre-frame, una preparazione. Fermare le persone per strada mentre sono di fretta e sicuramente ti prendono per pazzo, renderà l’insuccesso di questa tecnica scontato. Applicarla dopo aver scaldato il pubblico di un corso dal vivo, dopo che stai parlando di distrazione del conscio e focalizzazione dell’inconscio, dopo che si parla di schemi di interruzione è un semplice pre-frame che garantisce successo.

Sempre nel video, James Tripp mostra la rara Elman Induction che però se prepari il tuo cliente non è male come induzione in sé, e la versione di Bandler, più utile come interruzione di schema che come induzione.

L’hand shake technique in italiano

Qui la trascrizione della tecnica se la vuoi provare, solo alle condizioni che abbiamo stabilito sopra, con un tuo cliente in studio o un partecipante di un tuo corso di PNL o PNL applicata alla tua specializzazione. Inutile suggerirti di esercitarsi fino a che il parlato non sia fluido e fino a che non smetti di “puzzare” di incertezza:

“Guarda al centro della tua mano e nota il cambiamento della messa a fuoco dei tuoi occhi (dito dalla sua mano verso il viso).
Mentre fai un bel respiro profondo (gira il palmo della sua mano in su) e chiudi gli occhi (mano con palmo in giù), e ti lasci andare ad uno stato di rilassamento profondo (mano in catalessi) solamente rispettando il giusto tempo che la tua mente inconscia impiegherà per rilassarsi completamente”.

Questa è l’esatto SCRIPT di induzione ipnotica che mi è stato insegnato da Bandler e McKenna. Come viene impostata la tecnica qui aiuta il cliente ad associare la soluzione al lavoro della mano e della sua mente inconscia. Molto più utile che immaginare di spaventare persone per strada senza nessuno scopo.














Lavora oggi su cosa dire e come parlare. Usa le visualizzazioni, conosci la mente del tuo interlocutore, aiutalo al meglio. Ti seguirò passo passo anche nel gruppo di supporto incluso. Puoi iniziare adesso con la formazione online “Strumenti di Coaching” e la formazione online “L’arte di Visualizzare“.





Comportamento oppositivo: cosa fare?
Benessere e forma fisica sono sempre interconnessi?
Salsa, rueda e parlare al passato – Podcast
Il professionista segue il cliente con l’ascolto letterale
Quali sono gli obiettivi di un genitore
Quando 30 minuti di camminata aiutano... non solo il dimagrimento!
La sfida dei 30 giorni per una nuova abitudine
Cambiare lavorando sulla Struttura Interna
Stare con i figli: tempo di qualità o quantità di tempo?
Quando mangiare con gli amici è un problema...
Tre errori da evitare per coltivare la tua Intelligenza Emotiva
Tre caratteristiche essenziali delle VISUALIZZAZIONI

Potrebbe piacerti anche…

Il Meta Modello in ebook per coach Da “La Struttura della Magia” alle Domande Utili da rivolgere ai propri coachee, ecco un ebook che ho scritto con passione (e sudore). Mai avrei pensato di scrivere del Meta modello, e invece… E invece, ho trovato un buon modo per “digerirlo”...
Ciao, ti disturbo? Non va bene! – Podcast In questo articolo e podcast ti parlo di frasi al negativo e stati d’animi non funzionali. L’esempio che ti presento è la classica frase introduttiva alle chiamate telefoniche, il “Ti disturbo?” Vediamo perché è sbagliata, soprattutto sul...
Come integrare la paura di fallire nel successo Tutti coltivano sogni, alcuni hanno anche ottimi obiettivi su cui lavorare… Alcuni di noi – o tutti alcune volte – abbiamo paura di fallire. Fallire per l’ennesima volta… Questo meccanismo io lo conosco molto bene con Giusto Peso Per Sempre....
Analisi della struttura di un corso di Paul McKenna Il 9 marzo 2014, ho frequentato un one day seminar tenuto da Paul McKenna presso i bravi organizzatori di Performance Strategies. Paul McKenna è trainer di Programmazione Neurolinguistica (PNL), ipnotista famoso al mondo e scrittore di best seller di...
Milton Model e demagogia… divertente Da “La Struttura della Magia” alle Domande Utili da rivolgere ai propri coachee, ecco un ebook che ho scritto con passione (e sudore). Mai avrei pensato di scrivere del Meta modello, e invece… E invece, ho trovato un buon modo per “digerirlo”...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *