Risolvere problemi con l’imperfetto

Cosa succede se il tuo cliente continua a parlare al presente del suo problema? Come posso fargli capire che cambiando il modo di parlare può già risolvere i problemi?



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


Spesso, anzi, spessissimo mi capitano clienti che parlano al presente del loro problema. Per risolvere i problemi invece è fondamentale che noi li aiutiamo sin da subito a parlarne al PASSATO.

Ma come Debora? E’ chiaro che ne parlino al presente se sono problemi presenti, no? Lo capisco, ed è logico, MA è sbagliato per risolvere i problemi.

Una delle indicazioni che io do subito ai miei clienti è quello di parlare al passato di ciò che ERA, anche se l’ultima volta risale a cinque minuti fa!

“Mi blocco” diventa “Mi bloccAVO”.

“Mi odio per questo” diventa “Mi odiAVO” per questo, e poi posso procedere con le ristrutturazioni (guardati il video sui paroloni e il potere delle parole dei clienti).

Come Morgan Freeman fa capire a Jim Carrey che tutti i ricordi sono in un cassettone, anche noi coach vogliamo far capire ai nostri clienti che se continua a vivere EMOTIVAMENTE (cioè a livello di sistema nervoso) una situazione nel presente, questa sarà sempre considerata “presente” per il suo ippocampo.

Quando suggeriamo al nostro cliente di usare il tempo indicativo imperfetto, gli suggeriamo che ERA, è finita, ora è diverso… E presupponiamo tutta una serie di possibilità.

EVO – AVO – IVO sono le prime correzioni che vogliamo chiedere ai nostri clienti per far sì che possano risolvere i problemi presto e efficacemente.

Scopri invece il caso opposto: in quest’altro articolo scopri cosa fare quando il cliente è bloccato nel passato.















LAVORA OGGI SU COSA DIRE E COME PARLARE.
Usa le visualizzazioni, conosci la mente del tuo interlocutore, aiutalo al meglio. Ti seguirò passo passo anche nel gruppo di supporto incluso. Puoi iniziare adesso con la formazione online “Strumenti di Coaching” e la formazione online “L’arte di Visualizzare“.





Potrebbe piacerti anche…

Angela, Lifestyle & Business Coach si racconta Intervisto Angela Santi, frizzante Business Coach e amica. Angela è una coach da curare a distanza perché – anche lei (e questa pare essere una chiave distintiva di tutti i coach che funzionano!) – non smette mai di formarsi! Formarsi però nella...
Giovanna, coach racconta di come aiuta i suoi clienti Intervisto la brava coach Giovanna Danesi e mi racconta come aiuta lei i suoi clienti. Ha un modo molto rassicurante e saggio oserei dire. Giovanna ti mette a suo agio e guida. L’intervista nasce per un desiderio di indagine: cosa fanno i coach...
La Time Line del futuro per i tuoi clienti L’esercizio della time line del futuro è uno strumento bellissimo da proporre ai propri clienti negli incontri di coaching, sia dal vivo che sia skype. A cosa serve una passeggiata sulla linea del futuro? L’esercizio della Time Line supporta alcune...
La tecnica del fractionation nelle visualizzazioni Un modo di indurre semplicemente il rilassamento profondo è la tecnica del fractionation. In inglese fractionation, o in italiano qualcosa come “frazionamento”, è un’operazione di spezzettamento, rallentamento, induzione a singhiozzo… Serve a...
Ebook per le visualizzazioni con il Milton Model Ecco un ebook per le visualizzazioni che spiega il Milton Model utilizzando i 19 Pattern usati dallo psichiatra e psicoterapeuta Milton Erickson. Nel libro originale “Patterns of Hypnotic Techniques of Milton Erickson” (in italiano “I modelli...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *